Blog: http://watchdogs.ilcannocchiale.it

Forza spacciatori (e corrotti)

Oggi non ci sentiamo in uno Stato libero" e questo in riferimento al tema della privacy. Ne ha parlato lungamente Silvio Berlusconi in collegamento telefonico con l'assemblea di Rete Italia a Riva del Garda. Il leader di Forza italia ha annunciato che il tema della privacy e delle intercettazioni telefoniche sara' uno degli argomenti che affrontera'. "Come si fa in Europa - ha detto Berlusconi - uno dei primi diritti dei cittadini e' quella della privacy e noi ci atterremo ai trattati di Nizza e Lisbona. Faremo la riforma della giustizia ma il diritto alla privacy va garantito, e' il diritto alla liberta'". Berlusconi ha spiegato che le intercettazioni si potranno fare ma saranno consentite solo per terrorismo e mafia. E per chi trasgredira' saranno introdotte pene severe: "Cinque anni per chi ordina le intercettazioni non consentite, cinque anni per chi le esegue, per chi le diffonde e due milioni di euro di multa per gli editori dei giornali che le pubblicheranno".

Pubblicato il 27/1/2008 alle 16.56 nella rubrica Diario.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web