.
Annunci online

watchdogs
cani da guardia verso il potere, al servizio di chi legge...
3 gennaio 2008
De lege 194
Perché proposte di restrizione (o di moratoria) della legge 194 (sull'interruzione volontaria della gravidanza) vengono sempre dagli uomini?


8 dicembre 2007
La fine di La7
Per chi poteva avere una speranza di un raggio di sole nelle nebbie del duopolio, per chi non si era depresso per il ritorno di Luttazzi seppur in un canale di seconda fascia alle 23.30 del sabato, oggi è arrivata la stoccata finale. "Era libero, ma solo un po'", con questa frase la direzione di La7 ha sospeso "Decameron" per le frasi (con cui aveva aperto la prima puntata, ma forse i solerti dirigenti non se n'erano accorti) su Giuliano Ferrara, la "fetecchia" (cit. Sabina Guzzanti). L'uomo più prezzolato del mondo (a libro paga di CIA e di tanti altri) è davvero potente, anche se io spero faccia una brutta fine insieme ai Vespa e i Mentana. Sogno di vedere Luttazzi in prima serata che non parla più di loro che a quel punto saranno a un incrocio a chiedere l'elemosina, ricevendo gli insulti. Sogno irrealizzabile, per adesso incassiamo l'ennesima censura. Per qanto mi riguarda, La7 con Luttazzi, Crozza e qualche volta la D'Amico e Lerner, era l'unico canale generalista che vedevo (con l'eccezione di "Anno Zero"). Me ne torno buono buono al satellite, non c'è problema...          

Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. ferrara censura luttazzi la7 decameron

permalink | inviato da watchdogs il 8/12/2007 alle 11:39 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (12) | Versione per la stampa
sfoglia
  

Rubriche
Link
Cerca

Feed

Feed RSS di questo 

blog Reader
Feed ATOM di questo 

blog Atom
Resta aggiornato con i feed.

Curiosità
blog letto 1 volte

SGUINZAGLIA I WATCHDOGS!!!

Hai qualcosa da denunciare o segnalare, hai subito un sopruso e non sai a chi rivolgerti? Scrivici, non siamo un'associazione di consumatori ma faremo di tutto per mettere
in evidenza il tuo caso.





Notizie da Cialtronia, di S. Olivari
Un libro che vi consiglio di acquistare

Cialtronia è un Paese come tanti altri, pieno di ingiustizie e porcherie. Il suo calcio e la sua informazione sportiva sono in linea con ciò che li circonda, però si piccano di essere i migliori del mondo nonostante siano controllati da poche persone, sempre le stesse, e siano strutturati per ingannare sistematicamente i tifosi-lettori-telespettatori. Partite truccate, doping, discriminazioni di ogni tipo, scommesse, incompetenza a ogni livello, corruzione, minacce, ricatti, ignoranza, prepotenza: i media di Cialtronia nascondono tutto, ma solo quando riguarda certi personaggi o certe squadre. Meno male che siamo in Italia, dove si possono scrivere libri come questo: storie calcistiche di un Paese lontano, confrontate con la nostra realtà. Storie sporche, storie lontane nel tempo e nello spazio.