.
Annunci online

watchdogs
cani da guardia verso il potere, al servizio di chi legge...
30 dicembre 2007
I tarocchi del TG

Sono oltre due milioni e ottocentomila i fedeli ed i pellegrini che hanno partecipato ad incontri pubblici con Benedetto XVI in Vaticano o nella residenza di Castel Gandolfo nel corso del 2007. Lo rende noto la Prefettura della Casa Pontificia. In particolare, alle 44 udienze generali del mercoledì hanno partecipato 729.100 pellegrini, alle udienze speciali 209.000 persone, alle celebrazioni liturgiche 442.000 fedeli, agli Angelus 1.450.000 fedeli, per un totale complessivo di 2.830.100 persone.

Fonte: Radio vaticana

Ora, non voglio fare dietrologia, ma quanti angelus fa Ratzinger in un anno? Una cinquantina? 1.450.000 persone in un anno significa 30.000 a domenica, e questo alimenta un sospetto che già avevo da tempo. I TG della Rai mostrano dei primi piani sulle persone presenti all'Angelus, e poi un'inquadratura dall'alto che mostra sempre la piazza piena. C'è uno stacco, non una panoramica. Ora, o San Pietro contiene al massimo 30.000 persone, o i servizi che il TG mostra sull'Angelus sono dei gran tarocchi, modello Berlusconi e Rutelli all'ONU...     




Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. angelus papa tg1 servizi taroccati

permalink | inviato da watchdogs il 30/12/2007 alle 20:39 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (7) | Versione per la stampa
sfoglia
  

Rubriche
Link
Cerca

Feed

Feed RSS di questo 

blog Reader
Feed ATOM di questo 

blog Atom
Resta aggiornato con i feed.

Curiosità
blog letto 1 volte

SGUINZAGLIA I WATCHDOGS!!!

Hai qualcosa da denunciare o segnalare, hai subito un sopruso e non sai a chi rivolgerti? Scrivici, non siamo un'associazione di consumatori ma faremo di tutto per mettere
in evidenza il tuo caso.





Notizie da Cialtronia, di S. Olivari
Un libro che vi consiglio di acquistare

Cialtronia è un Paese come tanti altri, pieno di ingiustizie e porcherie. Il suo calcio e la sua informazione sportiva sono in linea con ciò che li circonda, però si piccano di essere i migliori del mondo nonostante siano controllati da poche persone, sempre le stesse, e siano strutturati per ingannare sistematicamente i tifosi-lettori-telespettatori. Partite truccate, doping, discriminazioni di ogni tipo, scommesse, incompetenza a ogni livello, corruzione, minacce, ricatti, ignoranza, prepotenza: i media di Cialtronia nascondono tutto, ma solo quando riguarda certi personaggi o certe squadre. Meno male che siamo in Italia, dove si possono scrivere libri come questo: storie calcistiche di un Paese lontano, confrontate con la nostra realtà. Storie sporche, storie lontane nel tempo e nello spazio.