.
Annunci online

watchdogs
cani da guardia verso il potere, al servizio di chi legge...
27 gennaio 2008
Forza spacciatori (e corrotti)
Oggi non ci sentiamo in uno Stato libero" e questo in riferimento al tema della privacy. Ne ha parlato lungamente Silvio Berlusconi in collegamento telefonico con l'assemblea di Rete Italia a Riva del Garda. Il leader di Forza italia ha annunciato che il tema della privacy e delle intercettazioni telefoniche sara' uno degli argomenti che affrontera'. "Come si fa in Europa - ha detto Berlusconi - uno dei primi diritti dei cittadini e' quella della privacy e noi ci atterremo ai trattati di Nizza e Lisbona. Faremo la riforma della giustizia ma il diritto alla privacy va garantito, e' il diritto alla liberta'". Berlusconi ha spiegato che le intercettazioni si potranno fare ma saranno consentite solo per terrorismo e mafia. E per chi trasgredira' saranno introdotte pene severe: "Cinque anni per chi ordina le intercettazioni non consentite, cinque anni per chi le esegue, per chi le diffonde e due milioni di euro di multa per gli editori dei giornali che le pubblicheranno".
sfoglia
  

Rubriche
Link
Cerca

Feed

Feed RSS di questo 

blog Reader
Feed ATOM di questo 

blog Atom
Resta aggiornato con i feed.

Curiosità
blog letto 236291 volte

SGUINZAGLIA I WATCHDOGS!!!

Hai qualcosa da denunciare o segnalare, hai subito un sopruso e non sai a chi rivolgerti? Scrivici, non siamo un'associazione di consumatori ma faremo di tutto per mettere
in evidenza il tuo caso.





Notizie da Cialtronia, di S. Olivari
Un libro che vi consiglio di acquistare

Cialtronia è un Paese come tanti altri, pieno di ingiustizie e porcherie. Il suo calcio e la sua informazione sportiva sono in linea con ciò che li circonda, però si piccano di essere i migliori del mondo nonostante siano controllati da poche persone, sempre le stesse, e siano strutturati per ingannare sistematicamente i tifosi-lettori-telespettatori. Partite truccate, doping, discriminazioni di ogni tipo, scommesse, incompetenza a ogni livello, corruzione, minacce, ricatti, ignoranza, prepotenza: i media di Cialtronia nascondono tutto, ma solo quando riguarda certi personaggi o certe squadre. Meno male che siamo in Italia, dove si possono scrivere libri come questo: storie calcistiche di un Paese lontano, confrontate con la nostra realtà. Storie sporche, storie lontane nel tempo e nello spazio.